Crea sito


– I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto. – (Giacomo Leopardi)

by Deborah on novembre 24th 2014, nella categoria Cambiamenti, Crescita Personale, Vita

La capacità di meravigliarsi di fronte alla realtà, tipica dei bambini, viene meno con l’età; gli adulti non si stupiscono più di niente, accettano tutto ciò arriva come un dato di fatto, senza porsi domande.

La bellezza di un bambino sta proprio nella sua capacità di emozionarsi, nella semplicità di domandare senza avere timore di essere frainteso o di essere giudicato; ogni cosa, anche ciò che noi consideriamo banale, è per un bimbo fonte di interesse. Tutto può diventare strumento di gioco, e ogni gioco diventa un’attività esplorativa, per conoscere la realtà ma anche se stessi.

Crescendo perdiamo questa capacità di meravigliarci, assorbiti dalla frenesia della vita quotidiana, smettiamo di osservare la realtà che ci circonda, guardiamo ciò che abbiamo davanti senza spirito osservativo, dando per scontato ogni input che la realtà ci rimanda. Quante volte siamo così assorti nei nostri pensieri da non accorgerci del tramonto che abbiamo davanti, di un fiore appena sbocciato o della tristezza negli occhi di chi ci sta di fronte? Sempre proiettati al futuro non diamo peso alle piccole cose che la vita ci offre ogni giorno. I bambini invece, che vivono solo il tempo presente, notano tutto, ogni particolare nuovo o diverso, ogni minima sfumatura, e tutto diventa speciale.

Ritornare bambini significa riscoprire che tutto è nuovo, tutto quello che ci circonda noi lo vediamo per la prima volta e ogni attività che svogliamo non l’abbiamo mai svolta prima; ogni giorno sarà un giorno nuovo, una scoperta, una sorpresa, un’emozione che cambierà in meglio la nostra vita.

Comments are closed.


[email protected]